Giovedì 29 febbraio 2024, ore 12:37

Lavoro 

Licenziamenti, Governo alla prova 

Potrebbe arrivare questa settimana la decisione del Governo sul tema licenziamenti. La politica è divisa: da una parte Leu e una parte del M5s chiedono la proroga per tutti; dall’altra c’è la contrarietà di partiti della maggioranza come Fi e Iv. In mezzo la proposta, sposata dal Pd con il Ministro Orlando e dal Ministro leghista Giorgetti, di un intervento selettivo. Per finanziare la misura si potrebbe utilizzare una parte del tesoretto da circa 4 miliardi avanzati dal decreto Sostegni. Si sta lavorando sull'ipotesi di un intervento ponte, con un decreto ad hoc.
L’ipotesi di intervento selettivo non convince Cgil Cisl e Uil, che tornano in piazza con tre manifestazioni nazionali sabato 26 giugno, a Torino, Firenze e Bari. I sindacati portano avanti così la mobilitazione unitaria, con l'obiettivo primario di ”conquistare” la proroga del blocco dei licenziamenti almeno fino al 31 ottobre, accompagnata dalla riforma degli ammortizzatori sociali e da nuove politiche attive per il lavoro. Tutto questo accanto ai temi della sicurezza sul lavoro, delle altre riforme da realizzare, a partire da fisco e pensioni, e all’utilizzo efficace delle risorse del Pnrr collegando investimenti e occupazione e coinvolgendo le parti sociali con una governance partecipata e preventiva.
In questi giorni Cgil, Cisl e Uil stanno incontrando anche i gruppi parlamentari ed i partiti, mentre al Governo chiedono di riaprire il confronto. Il tempo stringe e bisogna intervenire al più presto, anche considerando il percorso parlamentare del decreto Sostegni bis, per evitare che dal primo luglio scattino i licenziamenti, con la fine del blocco del 30 giugno. Una data che mette a rischio, tra i primi, i lavoratori Whirlpool di Napoli. Di qui il pressing dei sindacati affinché si sposti più avanti, almeno fino a fine ottobre, lo stop per tutti i settori. Evitando così di aprire ”uno scontro sociale di cui non abbiamo bisogno”, come afferma il leader della Cgil Landini, che richiama tutti alle proprie responsabilità, imprenditori compresi. E per evitare che ”si allunghi l’elenco dei disoccupati”, come avverte il numero uno della Cisl Sbarra, che ieri ha incontrato il ministro del Lavoro Orlando sul G20 che si terrà a Catania il 23 giugno. Sottolinea Sbarra: ”Chiediamo la proroga per due motivi: da un lato serve ancora un po’ di tempo per cambiare e riformare il sistema degli ammortizzatori sociali, avviare le politiche attive, finanziare il piano nazionale sulla formazione. Il secondo tema è dare maggiore profondità e consistenza agli investimenti pubblici e privati”. Dal ministero dello Sviluppo economico, intanto, la viceministra Todde fa sapere che le vertenze in carico al Mise sono in diminuzione, passando da 89 a 85, di cui 54 tavoli aperti e 31 di monitoraggio, sottolineando che va avanti il lavoro per la risoluzione anche delle altre.
Secondo Sbarra ”i timidi segnali di ripresa economica che si stanno avvinando sono ancora deboli e disomogenei tra settori e aree geografica: occorre consolidare e rafforzare la ripresa economica e per questo diciamo che l’obiettivo per noi resta zero esuberi e zero licenziamenti”.
Quanto al G20, Sbarra e Orlando auspicano che nella dichiarazione finale ci sia ”un forte richiamo al tema dell’applicazione dei diritti fondamentali della persona, del mondo del lavoro”. Aggiunge il leader Cisl: ”Deve essere chiaro il principio che ”dalla pandemia si esce attraverso un nuovo modello sociale di crescita economica e di sviluppo”.
Giampiero Guadagni

( 16 giugno 2021 )

Mostre

La cartografia e la famiglia De Agostini

 Le carte geografiche della De Agostini hanno segnato un’in tera epoca, a cui oggi, nel mondo dominato dalla digitalizzazione e dai satellitari, guardiamo con una certa nostalgia

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Eventi

Torna Milano MuseoCity

Dal primo marzo la manifestazione promossa dal Comune con l’obiettivo di valorizzare gli spazi espositivi della città e del territorio limitrofo

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Il capolavoro scomparso

“Il collezionista” è la riprova del talento di Daniel Silva e la conferma che la letteratura di spionaggio costituisce l’unica forma letteraria di rilettura e interpretazione geopolitica di questa epoca

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it