Lunedì 15 aprile 2024, ore 15:09

Economia 

Manovra, Governo a caccia di risorse 

Il Governo lavora per trovare le coperture in vista della stesura della nota di aggiornamento al documento di economia e finanza, attesa in Cdm la prossima settimana con scadenza fissata al 27 settembre. Dai dati contenuti nella Nadef, soprattutto quelli sul Pil e sul deficit, emergerà con maggiore chiarezza l'entità delle risorse a disposizione per la legge di bilancio. Una manovra, che per ammissione della premier Meloni e del titolare del Tesoro Giorgetti dovrà fare i conti con risorse limitate da concentrare su pochi provvedimenti: dalla proroga del taglio del cuneo fiscale, almeno per tutto il 2024, alla detassazione delle 13esime passando per delle misure con incentivi alla natalità e un parziale riordino delle pensioni. ”Se i tassi fossero rimasti quelli dell'anno scorso o di due anni fa avrei avuto 14-15 miliardi in più da mettere ad esempio sulla riduzione fiscale”, sottolinea Giorgetti. Il Mef predica prudenza, come da un anno sotto la guida di Giorgetti, e attende di valutare il contenuto della stima aggiornata dei conti economici nazionali che l'Istat diffonderà venerdì. A pesare sui conti pubblici sarebbero soprattutto gli impegni presi con il Superbonus, poco più di 100 miliardi di euro. Eurostat a breve produrrà i suoi conti proprio sui bonus edilizi. C'è poi la contrazione della crescita nel terzo trimestre. Molto dipenderà dalla trattativa in corso in Ue sul rinnovo del Patto di stabilità. Senza un’intesa, dal 1 gennaio del prossimo anno tornerebbero in vigore le regole pre Covid. "E' un momento decisivo: il crocevia storico è la nuova governance economica Ue che a cascata si dovrà tradurre nella disciplina di bilancio dei Paesi”, spiega Giorgetti.
Le opposizioni incalzano il Governo. Il Pd ha presentato ieri un pacchetto di cinque proposte contro il carovita: sostegni alle famiglie più fragili su bollette, affitti, trasporti e acquisto materiali scolastici. Primo fra i punti illustrati al Nazareno dalla segretaria Schlein la redistribuzione dei 2 miliardi di euro di extra gettito derivanti dalle accise per sostenere i redditi più bassi con bonus benzina e trasporto pubblico gratuito. Le altre proposte: congelamento dell’indicizzazione degli affitti delle abitazioni fino a fine 2024; rifinanziamento del bonus sociale luce e gas fino a fine 2024; proroga fino a fine 2024 del regime di maggior tutela luce e gas; misure per tamponare il rilevante aumento del costo dei libri, del trasporto pubblico e delle mense scolastiche. Il costo delle misure proposte dal documento è di 1 miliardo 485 milioni nel 2023; 1 miliardo 350 milioni nel 2024; 150 milioni a decorrere dal 2025.
Venerdì prossimo l’incontro a Palazzo Chigi tra i sindacati e il ministro del Made in Italy Urso. Sottolinea il leader della Cisl Sbarra: ”La priorità delle legge di stabilità è dare un forte sostegno alle famiglie in difficoltà a causa dell'aumento dell'inflazione e del caro vita. Dobbiamo difendere stipendi e pensioni, prorogare il taglio del cuneo fiscale e contributivo”. In questa direzione ”è necessaria l'indicizzazione dei trattamenti previdenziali e rafforzare l'assegno unico estendendolo per il secondo e il terzo figlio. Dobbiamo detassare le tredicesime e detassare il secondo livello della contrattazione. Investire sulla sanità per garantire l'eguaglianza ai cittadini”. Aggiunge Sbarra: ”Vanno contenute prezzi e tariffe. I costi della produzione sono scesi e invece i prezzi aumentano. Le speculazioni vanno messe sotto controllo e sanzionate”. Quanto alla tassa sulle banche ”va estesa alle grandi imprese energetiche e le multinazionali che hanno fatto grandi profitti in questi anni. Inoltre, vanno rinnovati i contratti pubblici e privati. Abbiamo risorse scarse ma si possono recuperare risorse da grandi aziende e multinazionali. Si possono recuperare risorse anche tassando i grandi patrimoni e le rendite finanziarie. Ci sono tante risorse da recuperare in un Paese che ha un evasione fiscale da 100 miliardi”.
Giampiero Guadagni

( 20 settembre 2023 )

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Nel “Discorso sul metodo” Cartesio non fissa solo sul modello delle matematiche i principi del conoscere ma anche quelli della morale

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Un romanzo fatto di antieroi

Marco Lodoli torna in libreria con il suo nuovo attesissimo romanzo. Ambientato in un Liceo di periferia, la storia narra di una bidella che si innamora perdutamente del nuovo professore di Lettere

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Mostre

Piero della Francesca. Il polittico agostiniano riunito

In mostra al Museo Poldi Pezzoli-Milano, per la prima volta nella storia, otto tavole provenienti da cinque musei internazionali

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it