Giovedì 18 luglio 2019, ore 16:19

Quotidiano di informazione socio‑economica

Global

Call center, in Albania nasce il primo sindacato dopo 80 anni

di Ester Crea

Rispondono da Tirana con un perfetto italiano e ci aiutano a risolvere piccole controversie con grandi aziende. Ma chi aiuta loro? Parliamo dei lavoratori dei contact center, il settore che da solo in Albania conta circa 30mila addetti, per i quali è stato appena costituito il primo sindacato del Paese dopo oltre 80 anni.

Per questo lancio, ai dipendenti, che offrono servizi alla clientela per conto di aziende come Amazon, Apple, e Lottomatica per il mercato italiano, si sono affiancate le organizzazioni sindacali italiane. “Quanto successo in Albania è il segnale più recente di una rinascita sindacale in Europa centrale”, sottolineano in una nota congiunta Marco Del Cimmuto della Slc-Cgil e Giorgio Serao della Fistel-Cisl.

“Prima abbiamo incontrato i lavoratori che si erano fatti carico di esporsi con le aziende e poi, - spiega Serao a Conquiste - alla chiusura del ciclo lavorativo, abbiamo tenuto un’assemblea in un albergo di Tirana spiegando loro l’importanza di un sindacato libero, che in Albania non c’è da 80 anni”. La nuova organizzazione sindacale è stata denominata Solidarietà e la sua costituzione è stata già formalizzata con un atto notarile ed è sul piano legale, dunque, già operativa.

“E’ già partita la campagna per le adesioni in tutto il paese e speriamo che si possa avviare una contrattazione collettiva che in Albania ancora non c’è”. Obiettivi per i quali potrebbero determinarsi le migliori condizioni con l’ingresso dell’Albania in Europa. “Speriamo che si possa creare quel livellamento dei salari e dei diritti necessario a combattere il fenomeno del dumping, che è anche l’obiettivo dalla federazione internazionale Uni Global Union, che ha sostenuto la nascita del nuovo sindacato albanese”, aggiunge Serao.

Si parte da Teleperformance, che è l’azienda più importante del paese e che riconosce anche il trattamento migliore ai propri dipendenti, per poi arrivare a far emergere situazioni ben più difficili e precarie in quei call center che pagano i lavoratori anche meno di un euro l’ora.
"Siamo la voce che sentono i clienti quando hanno bisogno di aiuto e ora, con il nostro sindacato, abbiamo una voce anche sul posto di lavoro", ha dichiarato il capo dei lavoratori di Teleperformance. "La formazione della nostra nuova organizzazione sindacale è un passo storico verso il miglioramento delle condizioni del nostro settore e i nostri datori di lavoro dovrebbero sedersi immediatamente a un tavolo per negoziare un contratto collettivo a livello di settore".

Teleperformance è leader mondiale nell'offerta di servizi di contact centre, e in Albania oltre 2.000 dei suoi dipendenti offrono un servizio terziarizzato per aziende come Amazon, Apple e Lottomatica.

( 19 febbraio 2019 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

© 2001 - 2019 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it