Lunedì 8 marzo 2021, ore 13:07

Quotidiano di informazione socio‑economica

Governo 

Draghi in arrivo 

Dopo il sofferto via libera del M5S al governo Draghi (con rischi di scissione dopo l’addio di Di Battista), è caduto dunque anche l’ultimo ostacolo alla formazione dell’esecutivo guidato dall’ex presidente Bce.
Gran parte della giornata di venerdì è trascorsa nell’attesa di notizia su squadra e programma, in attesa della salita al Colle del Professore per sciogliere la riserva. Previsto poi martedì il voto di fiducia al Senato, mercoledì quello a Montecitorio.
Quanto ai nomi dei ministri, riservatezza fino all’ultimo minuto. Draghi ha scelto in modo autonomo, come da sue prerogative costituzionali, senza aprire contrattazioni con i partiti, con la volontà dopo attento ascolto di comporre la squadra di più alto profilo possibile.
Quanto al programma coesione è la parola che Draghi pone al centro. Coesione sociale, ma anche coesione delle forze che sosterranno l’azione dell’esecutivo. Solo con la coesione - è il ragionamento - si può dare corpo a decisioni coraggiose nel Paese. I cardini sono stati indicati dall’ex presidente Bce nell’intervento al Quirinale dopo aver ricevuto l'incarico e dettagliati nelle consultazioni.
Il primo punto è l’uscita dall’emergenza Covid, a partire dall’accelerazione della campagna di vaccinazione sul modello inglese. Solo così si potrà avviare la lenta ripresa. Draghi pone al centro dell’azione del suo nascente esecutivo i giovani. Per dar loro una prospettiva di futuro, è cruciale il rilancio dell'economia - ha spiegato agli interlocutori - attraverso il Recovery plan. L’impegno è non alzare le tasse e rilanciare il tessuto produttivo, non puntare solo sui sussidi, ma anche non smantellare il reddito di cittadinanza. E intanto porre al centro di tutte le politiche l'ambiente, con la nascita del citatissimo ministero della Transizione ecologica.
Nell’immediato ci dovranno essere le risposte alle sollecitazioni poste dalle parti sociali per una nuova politica industriale; e dai sindacati in particolare sulla proroga del blocco dei licenziamenti e della cassa Covid.
Intanto Draghi può contare sulla grande credibilità internazionale e sulla fiducia dei mercati. Dal giorno dell’apertura della crisi, lo spread è sceso di 25 anni punti, attestandosi ormai intorno a quota 90.
E secondo un sondaggio dell’Istituto Piepoli pubblicato da Repubblica, il primo sull’esito della crisi di Governo, il presidente del Consiglio incaricato ha il gradimento della maggior parte degli italiani. E Matteo Renzi risulta il vincitore della crisi. Il leader di Italia viva conferma di avere sempre sognato Draghi a Palazzo Chigi ma afferma che il vero protagonista della svolta, una volta caduto Conte, è stato il Presidente della Repubblica Mattarella.
Ma la condotta di Renzi è ancora duramente criticata dal segretario del Pd Zingaretti che alla direzione del suo partito ha difeso il valore dell'asse con M5s e Leu non solo nel sostegno al passato esecutivo di Conte, ma anche in prospettiva, in vista delle imminenti amministrative e delle successive politiche. Un sì incondizionato a Draghi che stoppa ogni tentativo di frenare: il segretario avverte che si va incontro ad una esperienza ”innovativa” che però non distruggerà la politica.
Il riferimento esplicito è alla forzata coabitazione con la Lega, scelta che corrisponde all’appello di Mattarella per un governo senza colore politico.
E per ora senza veti appare l’atteggiamento di Matteo Salvini che negli ultimi giorni si è posizionato su una linea europeista, rafforzando l’asse con Forza Italia e soprattutto assecondando la richiesta dei governatori leghisti e del mondo di piccole e medie imprese del Nord, tradizionale punto di riferimento.
Giampiero Guadagni

( 12 febbraio 2021 )

FOTO GALLERY

8 Marzo

Furono le migliori

Pittrici tra libertà e restaurazioni. Nella storia dell’arte, le omissioni di grandi talenti femminili, ha condizionato la cultura di giovani e non

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

8 Marzo

Parità e rispetto

Dovrebbero essere festeggiate ogni giorno, come da inizio Novecento accade formalmente l’8 marzo, in una ricorrenza carica di significati e dalle radici tragiche

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

8 Marzo

Un viaggio al femminile

Mudec Podcast apre le trasmissioni simbolicamente l’8 marzo, con “10 x 10”, le biografie di grandi fotografe

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

© 2001 - 2021 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it