Giovedì 22 ottobre 2020, ore 11:17

Quotidiano di informazione socio‑economica

Retribuzioni

Ferrari, il premio di risultato è da record

In pista i risultati non arrivano da tempo. Ma prima che il mondiale di Formula 1 inizi un record la Ferrari lo ha già messo a segno. Solo che a farlo registrare non sono i piloti del Cavallino Rampante - ci proverranno di nuovo domani, ad Abu Dhabi, dopo il mezzo fiasco di Melbourne: auguri - ma i lavoratori di Maranello. Le corse non c’entrano dunque, c’entrano invece i risultati finanziari del 2018: utile netto letteralmente esploso (+ 46%) e Ebit in forte crescita (+ 7%).

Adesso i benefici si vedono anche in busta paga: 5.550 euro di premio di competitività, con punte a 5.900, il più alto di sempre.

I sindacati, che hanno diffuso la notizia dopo un incontro con l’azienda, portano a casa anche 75 assunzioni. L’aumento complessivo del premio di competitività sarà del 6,2% rispetto al 2017: in media, e tralasciando i correttivi determinati dalle presenze effettive sul lavoro di ogni singolo addetto, all’indicatore di produzione, che garantisce 2.750 euro, si aggiunge l’indicatore di redditività con 2.450 euro, per un totale di 5.200 euro. In più questa somma va moltiplicata per l’indice qualità 1,059 che porta l’ammontare complessivo medio a 5.506,80 euro. ”È il premio più alto nella storia della Ferrari - commenta il segretario generale della Fim Cisl Emilia Centrale, Giorgio Uriti - L’86% degli oltre 3.600 lavoratori prenderà tra il 100% del premio (5.500 euro) e il 107% (5.892 euro a chi non ha fatto alcuna assenza)”.

A determinare il premio record è stato il raggiungimento di tutti gli obiettivi (numero vetture prodotte, risultato economico operativo e qualità). Il saldo 2018 verrà erogato il 30 aprile e godrà della detassazione al 10%.

Va detto che non era andata male nemmeno l’anno scorso, quando ad aprile i dipendenti di Maranello si erano visti accreditare 5.180 euro: un record pure quello, fino a ieri.

Quanto alle assunzioni, Ferrari ha motivato al decisione con l’esigenza di sviluppare ”le attività produttive - sostegno in una nota congiunta Fim, Uilm e Fismic - dal primo aprile 2019 saranno assunte stabilmente in Ferrari 75 persone in più”. Inoltre pochi giorni fa c’è stata la ratifica del nuovo contratto nazionale, che porterà nelle tasche dei lavoratori un incremento medio nei tre anni di 144 euro al mese.

( 29 marzo 2019 )

FOTO GALLERY

© 2001 - 2020 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it