Sabato 12 giugno 2021, ore 19:42

Quotidiano di informazione socio‑economica

napoli

Attualità 

Whirlpool, azienda non ci ripensa: stop della produzione dal 1 novembre 

Furlan (Cisl) e Benaglia (Fim): L’accordo non è stato rispettato e la scelta dell’azienda resta, ancora oggi, ingiustificata: spieghi le motivazioni per cui non vuole investire nel sito di Napoli

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Attualità 

Whirlpool, il giorno della verità 

Attesa per confronto convocato al ministero dello Sviluppo Economico. Si deciderà sul futuro della Whirlpool, sindacati decisi a  non mollare e a proclamare lo sciopero per il 5 novembre se la multinazionale non dovesse recedere dall’abbandonare il sito

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Attualità 

Whirlpool Napoli, lavoratori inpresidio al Consolato Usa: non arretreremo di un passo 

Sindacati: la qualità di quel che si produce legittima la richiesta che tutto resti qui, a via Argine. Lo ribadiremo ancora una volta nell'incontro previsto al ministero dello Sviluppo il prossimo 31 luglio. E' necessario indirizzare tutti i potenziali finanziamenti, a partire da quelli europei, a garantire il mantenimento delle produzioni industriali della Whirlpool nel contesto di un grande progetto di bonifica e recupero urbano della zona Est di Napoli, inserita nel perimetro Zes.

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Attualità 

Whirlpool, Napoli non molla: venerdì sciopero di otto ore 

Fim: chiediamo il rispetto degli accordi, niente di più niente di meno. Né azienda né Governo, hanno saputo dare una risposta concreta sul perché  gli accordi presi non siano stati rispettati. Bisogna aver ben chiaro che non saremo mai disponibili a soluzioni che lascino nell’incertezza i lavoratori del sito partenopeo

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Attualità

Tragedia sul lavoro in provincia di Napoli: due le vittime

Furlan (Cisl): ancora una tragedia dovuta alla mancata prevenzione, alla carenza di controlli, all'inosservanza delle norme. Non è una fatalità. La sicurezza in tutti i luoghi di lavoro rimane per il sindacato una priorità. Una questione nazionale

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Attualità

Whirlpool Napoli non deve chiudere: sindacati sollecitano ripresa del confronto

Alla multinazionale chiediamo di rispettare il piano industriale sottoscritto col sindacato a ottobre 2018, di desistere dalla decisione di chiudere Napoli e rilanciare la presenza nel nostro Paese; al Governo chiediamo di garantire ammortizzatori sociali indispensabili per scongiurare i licenziamenti, nonché di adottare tutte le misure necessarie a sostenere la vertenza

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Attualità

Jabil di Marcianise, regole violate: sciopero ad oltranza

Nonostante il divieto causa pandemia, l’azienda Usa licenzia 190 lavoratori - fanno sapere Fim Fiom Uilm - a partire da lunedì 25 nonostante i decreti del Governo prevedano il blocco dei licenziamenti collettivi e ulteriori 9 settimane di cig Covid-19

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Attualità

Tragica ripresa nella fabbrica Adler di Napoli: esplosione fa una vittima e due feriti

Cisl: mai abbassare la guardia sulla sicurezza, soprattutto ora ad inizio della Fase 2 bisogna non solo far applicare le regole, ma avere grande senso di responsabilità da parte di ognuno

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Il caso

Whirlpool, il 29 gennaio ripresa del confronto al ministero dello Sviluppo

Furlan (Cisl): ci vuole una cabina di regia del Governo; abbiamo oltre 150 vertenze aperte che coinvolgono 300mila uomini e donne del lavoro su tutto il territorio, in modo particolare nel nostro Sud

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Call center

Almaviva Napoli, a rischio 150 posti di lavoro

Protesta degli addetti giovedì prossimo, a Roma, sotto la sede nazionale dell’Inps: chiederanno di essere ricevuti dai vertici dell’ente per spiegare le loro ragioni

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

La notte è l’incubatrice dell’evoluzione antropologica. Come tale, acquisisce preminenza sulle modalità dell’articolazione umana in parallelo allo sviluppo tecnico e al mutamento dei costumi

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Maria Teresa l'Imperatrice

Una donna straordinaria

Una figura che ha segnato profondamente il suo secolo e ha lasciato importanti tracce non solo a Vienna, dove visse, ma in tutti i Paesi europei che ha governato. Maria Theresia Walburga Christina Amalia, nata nel 1717, figlia dell’Imperatore Carlo VI, salì al trono degli Asburgo, prima e unica donna, nel 1740, a soli 23 anni, e vi rimase fino alla morte

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Zia Mame

Zelig al femminile

Sarebbe interessante indagare il motivo per cui un romanzo come "Zia Mame" sia riuscito a scalare la classifica dei libri più venduti in Italia sino alla prima posizione a averla mantenuta per quasi una intera estate alcuni anni fa. In un Paese, dove, occorre ricordarlo, la gente legge pochissimo, i più non comprano ormai nemmeno il giornale figurarsi se gli viene in mente di ficcare il naso dentro una libreria

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

© 2001 - 2021 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it