Sabato 7 dicembre 2019, ore 10:12

Quotidiano di informazione socio‑economica

Attualità

A. Mittal, sindacati: sciopero dal 9 al 12 dicembre e manifestazione il 10 a Roma

Ilva is an industrial plant that mainly deals with steel production and transformation. Ilva is at the center of a vast debate about its environmental impact both in Taranto and in Genoa. Its emissions have been the subject of several criminal proceedings for pollution that have ended in some cases and degrees of judgment with the conviction of Emilio Riva and other executives. Pictured: the Mining Park of the Ilva plant in Taranto, Puglia, Italy.

Inizierà alle ore 23 del 9 dicembre, e si concluderà alle ore 7 dell'12 dicembre, lo sciopero indetto da Fim, Fiom e Uilm nello stabilimento siderurgico di Taranto e negli altri siti del gruppo, con manifestazione nazionale il 10 dicembre a Roma. Lo spiegano i sindacati metalmeccanici, rimandando a un secondo momento altri dettagli sull'organizzazione dell'iniziativa di mobilitazione. Fim, Fiom e Uilm fanno presente di aver respinto il nuovo piano industriale che considerano un "ulteriore ricatto" e che "prevede un ridimensionamento non solo sull'area a caldo ma anche su buona parte dell'area laminazione e tubifici, determinando di fatto oltre 6.000 esuberi ai quali si aggiungerebbero i lavoratori dell'appalto che continuano a vivere in un perenne clima di precarietà". 

I sindacati evidenziano che i "lavoratori e il territorio sono stanchi di subire continui rinvii rispetto ad impegni già assunti in sede ministeriale lo scorso 6 settembre 2018". "Nell'accordo - precisano - abbiamo stabilito dei principi chiari in merito alla clausola di salvaguardia occupazionale per i lavoratori di Ilva in As che, al termine del piano industriale previsto per il 2023, devono rientrare a lavoro". E' inoltre "indispensabile - aggiungono - risolvere le problematiche relative alla questione ambientale: è necessario porre fine a questa inutile contrapposizione tra due diritti costituzionali come il lavoro e la salute". "Si rende necessario l'intervento del governo - concludono - affinché si assuma una posizione chiara e in controtendenza rispetto a quanto prospettato ieri da ArcelorMittal attraverso la presentazione del piano industriale".

Articolo integrale di Carlo D'Onofrio domani su Conquiste tabloid

( 5 dicembre 2019 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

© 2001 - 2019 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it