Domenica 7 giugno 2020, ore 2:38

Quotidiano di informazione socio‑economica

Fase 2

Oltre l’emergenza

roroga di ulteriori tre mesi del blocco dei licenziamenti. Proroga di nove settimane delle varie tipologie di cassa integrazione. Drastica riduzione dei tempi per chiedere e ottenere la cig. Proroga di ulteriori due mesi di Naspi e Discoll. Incremento di ulteriori 15 giorni dei congedi parentali disponibili fino al 30 settembre. Estensione delle indennità o degli ammortizzatori sociali a badanti, lavoratori intermittenti e lavoratori dello spettacolo. Voucher per le famiglie meno abbienti per la cura dei bambini. Queste le misure che il Governo, con il premier Conte e il ministro dell’Economia Gualtieri, ha illustrato ai sindacati in vista del varo del dl maggio da 55 miliardi. Per i centri estivi e per le scuole si lavorerà su protocolli per mettere in sicurezza i bambini. Con la chiusura delle scuole, si svolgeranno interventi di edilizia scolastica. Per la sanità, soprattutto quella territoriale, verranno stanziati 3,25 miliardi. Per il pagamento dei debiti della Pa con le imprese ci saranno 12 miliardi.

Inoltre, per la ricapitalizzazione delle imprese fino a 5 milioni di fatturato ci saranno finanziamenti a fondo perduto. Per le imprese da 5 a 50 milioni di fatturato si valuta come sostenere la ricapitalizzazione, senza incidere sulla governance delle aziende. Per le imprese con oltre 50 milioni di fatturato si interverrà con la Cassa Depositi e Prestiti, anche se rimane sullo sfondo il problema della normativa Ue sugli aiuti di Stato. Questo decreto legge è un ”capitolo importante”, ha detto Conte, ”ci sarà ”una brusca caduta del Pil, ma non lasceremo indietro nessuno e limiteremo i danni”.

Il premier ha ringraziato le parti sociali per il senso di responsabilità dimostrato.

Per la leader della Cisl Furlan ”è molto importante e significativo che il presidente Conte abbia annunciato un tavolo di confronto che guarda oltre l'emergenza del Paese in modo da costruire un nuovo modello sociale partecipativo di sviluppo, di cambiamento e di modernizzazione complessiva del paese. E’ quello che ci aspettavano di ascoltare. Bisogna continuare a lavorare insieme, come abbiamo fatto in queste settimane di emergenza, in uno spirito concertativo per migliorare il paese su tutti i fronti”. Nel merito ”quelli annunciati dal governo per il decreto maggio sono interventi corposi che contengono misure importanti, ma rimangono ancora tanti temi che è necessario affrontare per il futuro del Paese”. Secondo la leader della Cisl secondo la quale "è’ importante, con il prossimo decreto, rifinanziare e prorogare tutte le misure di sostegno al reddito dei lavoratori, snellire le procedure burocratiche per assicurare le prestazioni e garantire una immediata liquidità ai lavoratori”. Per Furlan inoltre ”è opportuno l'intervento di accelerazione per assicurare liquidità alle imprese”.

( 6 maggio 2020 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

© 2001 - 2020 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it