Giovedì 22 febbraio 2024, ore 0:58

Vertice G20 

A Bali la maggioraza dei leader dice “no” alla guerra in Ucraina 

È entrato nel vivo il G20 di Bali, in Indonesia, che ha già visto il discorso in videocollegamento del presidente ucraino Volodymyr Zelensky e che vede il debutto tra i grande del pianeta di Giorgia Meloni, che è intervenuta parlando della guerra in Ucraina e della pandemia: "Quando l'Indonesia ha assunto la Presidenza del G20 era impossibile prevedere che la Russia avrebbe invaso l'Ucraina e il devastante impatto che ciò avrebbe avuto sull'ordine mondiale e sulle nostre economie -ha detto - Per riuscire nella sua missione, il G20 deve avere il coraggio di confrontarsi con le sfide più difficili in agenda, a partire dalle conseguenze del conflitto ucraino in ambito economico, energetico e alimentare che stanno investendo tutti e stanno senza dubbio colpendo in maniera preponderante i Paesi in via di sviluppo". Presidente Widodo - ha poi aggiunto rivolgendosi al presidente indonesiano - l'anno scorso "a Roma nessuno avrebbe pensato che si sarebbe arrivati a questo, con la guerra, la crisi alimentare e l'emergenza energetica. Ma non abbiamo permesso a nessuno di intimidirci".

Infatti, " abbiamo reagito e abbiamo continuato a lavorare insieme. Non solo su energia e cibo, ma anche su tante altre sfide: la difesa dell'ambiente, il contrasto ai cambiamenti climatici, infrastrutture più efficienti, un'istruzione di qualità, assistenza sanitaria per tutti. Le generazioni future meritano un mondo migliore e tutti noi abbiamo il dovere di lavorare in questa direzione". L'Italia, insieme all'Ue - ha concluso -, sta intervenendo per fare fronte alla spropositata e sproporzionata crescita dei prezzi dell'energia, per aumentare la produzione nazionale e accelerare la diversificazione delle fonti di approvvigionamento. Il presidente argentino Alberto Fernández ha incontrato, a margine del G20, il collega cinese Xi Jinping per esaminare i numerosi temi, soprattutto economici, delle relazioni bilaterali. L'incontro, riferisce l'agenzia di stampa Telam, è durato 20 minuti ed è avvenuto dopo alcune ore in cui il capo dello Stato argentino ha dovuto sospendere la sua partecipazione ai lavori del vertice per sottoporsi ad esami clinici nel Sanglah General Hospital di Bali. Per il premier italiano Giorgia meloni due i bilaterali chiave.

In primo luogo, l’incontro con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Il colloquio si è incentrato sulla solidità dell'alleanza transatlantica e sull'eccellente cooperazione per fare fronte alle sfide globali, dalla crescita economica alla sicurezza comune. Hanno ribadito i profondi e duraturi legami tra le nostre Nazioni e il forte interesse a rafforzare ulteriormente il partenariato nei numerosi settori di interesse reciproco. C’è l’impegno per coordinare le risposte a una serie di sfide globali, tra le quali la crisi climatica e l'uso dell'energia come arma da parte della Russia. I due leader hanno anche discusso del loro impegno a continuare a fornire all'Ucraina il sostegno necessario per difendersi e a ritenere la Russia responsabile della sua aggressione.

Poi il summit con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. La presidente del Consiglio italiana ha espresso personalmente la sua vicinanza, e quella del governo, al popolo turco per il vile attentato terroristico in cui sono morti civili innocenti. I due leader hanno convenuto sulla necessità di proseguire con determinazione nella lotta comune contro il terrorismo. Nel corso del colloquio, riferisce una nota di Palazzo Chigi, i due leader hanno posto l'accento sulla necessità di lavorare insieme per contrastare la migrazione irregolare e favorire la risoluzione della crisi libica. Meloni e Erdogan hanno anche concordato sull'opportunità di cogliere insieme le vaste potenzialità della regione Mediterranea. In ogni caso, le esportazioni di grano dall'Ucraina rimangono cruciali. L'Italia sostiene gli sforzi della comunità internazionale per assicurare che il flusso di grano attraverso il Bosforo continui e sostiene altre iniziative simili, come le "Solidarity Lanes" dell'Unione europea. 

Rodolfo Ricci
.
 

( 15 novembre 2022 )

Mostre

Un antropologo che fa il fotografo

Al MUDEC Milano una coloratissima monografica dedicata a Martin Parr

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Filosofia

Schopenhauer: l’età del disincanto

C’è una via d’uscita dal dolore in cui versa la condizione umana, di cui tutti soffrono indipendentemente dalle circostanze esterne e dalla posizione sociale?

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Una bussola orientativa

Per la collana Voci, Treccani libri presenta il saggio di Claudio Magris, analisi della narrativa come forma letteraria tra la fine del XIX e la metà del XX secolo

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it