Venerdì 1 luglio 2022, ore 22:52

Breaking News

Guerra 

L’Ue pronta al price cap sul greggio ma non convince il tetto al gas

L'Ucraina ormai è l'ultimo dei problemi. Nel senso che il sì allo status di Paese candidato per Kiev - così come per la Moldavia - non è in discussione: i 27 hanno trovato la quadra e i leader Ue non introdurranno condizionalità aggiuntive. La guerra resta ovviamente una priorità. Anche e soprattutto per le sue ramificazioni su energia ed economia. Ed è su questo punto che il Consiglio europeo domani potrebbe trasformarsi in un teatro di nuovo scontro. La giornata da cerchiare con il rosso è quella di venerdì: prima all'Eurosummit e poi nell'ultima sessione del Consiglio si parlerà di inflazione, crisi energetica e 'price cap'. Ma sul tetto al prezzo del gas la strada resta in salita. Più probabile che l'Ue si muova prima su quello al petrolio, sulla spinta degli Usa, che poteranno la proposta al G7 di fine giugno.

Gli Stati Uniti, come ha spiegato la segretaria al Tesoro Usa Janet Yellen, stanno infatti studiando con gli alleati l'opzione di limitare ulteriormente le entrate petrolifere con Mosca. Il 'price cap' al petrolio è uno dei cavalli di battaglia di Joe Biden, che ne parlò a Washington anche con Mario Draghi, e con le elezioni di midterm non più lontane il presidente degli Usa vuole accelerare. I leader Ue ne parleranno ma, in linea di principio, dall'alleato europeo c'è più di un'apertura. Sul tetto al prezzo dal gas, invece, a Bruxelles c'è un senso di minore urgenza. "Stiamo valutando diverse opzioni", ha spiegato la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen. Ma l'esecutivo europeo vuole attendere anche le indicazioni che arriveranno dal summit dei leader. Difficile che la Commissione vari una proposta entro inizio luglio. Di fronte ai tagli della Russia, la priorità è la diversificazione, si spiega a Bruxelles. La guerra di Mosca sul gas esclude anche un suo inserimento in un eventuale settimo pacchetto di sanzioni. Ma in Ue c'è chi sta spingendo su nuove misure anti-russe. Misure che potrebbero colpire nuovamente export e finanza. E secondo alcuni media internazionali - ma al momento mancano conferme ufficiali - l'Ue potrebbe colpire le riserve d'oro di Mosca. Gli aspetti più legati alla guerra in Ucraina saranno sul tavolo del vertice nella giornata di domani, dove sul tavolo potrebbe irrompere anche il caso Kaliningrad e non si escludono possibili ritocchi all'attuazione delle sanzioni Ue da parte di Vilnius.

Arriverà anche l'atteso sì alla candidatura di Kiev. "Abbiamo osservato un consenso totale sulla questione dello status di Paese candidato all'Ue per l'Ucraina", ha annunciato il ministro francese per gli Affari Ue Clément Beaune al termine del consiglio Affari generali. Non solo. A quanto si apprende, ci sono alcune nazioni che vorrebbero veder esteso lo status anche alla Georgia, andando oltre alle raccomandazioni della commissione stessa. Ma il loro entusiasmo difficilmente troverà l'unanimità del Consiglio europeo. La Moldavia, invece, otterrà la candidatura, con buona pace dei Balcani Occidentali. Ma la tensione è altissima. Il nodo del veto bulgaro ai negoziati di adesione per la Macedonia del Nord a meno di colpi di scena non sarà sciolto in tempo, mentre per l'Albania ostacoli non ci dovrebbero essere. Tanto che si parla di sdoppiare il dossier. Morale: non è certo che tutti e sei i Paesi dei Balcani occidentali alla fine vengano a Bruxelles.

Rodolfo Ricci

( 22 giugno 2022 )

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Mescolando la ragione e il sentimento La Capria nella sua opera ha narrato una cosmogonia della vita quotidiana, fondata sull’uso del senso comune, e dominata dalla costante presenza del mare

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

L'epica di Raffaele Nigro

 Il cuoco dell’Imperatore edito da La Nave di Teseo, cade a 35 anni dal premio Campiello che lo scrittore di Melfi si aggiudicò nel 1987

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Addio a Raffaele La Capria

Lo stupore della bellezza

"La bellezza ha in sé un valore morale oltre che estetico, che è un bene per lo stupore e la meraviglia che suscita in noi"

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

© 2001 - 2022 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it