Giovedì 28 gennaio 2021, ore 16:09

Quotidiano di informazione socio‑economica

Commercio mondiale

Libero scambio, firmato l’accordo tra Ue e Giappone

In attesa di capire dove ci porterà la guerra dei dazi ingaggiata dal presidente Usa Donald Trump, Ue e Giappone oggi hanno firmato un accordo di libero scambio che viene definito di portata storica. Alla cerimonia, che si è svolta stamane a Tokyo, erano presenti il premier giapponese Shinzo Abe, il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk e il presidente della commissione europea, Jean-Claude Juncker. L'intesa - la più grande mai negoziata dall'Ue - punta a creare una zona di libero scambio equivalente a un terzo del Pil globale, in cui vivono 600 milioni di persone.

L’accordo, però, ha anche una valenza simbolica che deriva da un contesto mondiale caratterizzato da un aspro scontro commerciale tra la Casa Bianca ed il resto del Pianeta.

L'intesa è articolata su molti settori e prevede il venir meno dei dazi giapponesi su vari prodotti caseari e sul vino Ue, libero scambio o assenza di dazi sulle carni di maiale ma anche tutele sui prodotti a indicazione geografica tipica.

L'accordo prevede anche nuove aperture sui servizi, tra cui le telecomunicazioni, l'e-commerce e i trasporti; prevede un periodo di transizione di 7 anni sull'auto prima della totale eliminazione dei dazi e coinvolge anche lo sviluppo sostenibile. Oltre a una miriade di altri capitoli contiene anche una intesa sui rispettivi meccanismi di tutela dei dati.

In un comunicato diffuso nei giorni scorsi, la Confederazione europea dei sindacati (Ces) e la Confederazione sindacale giapponese (Jtuc-Rengo), hanno ribadito l'importanza di creare quadri di cooperazione economica tra l'Ue e il Giappone, con l’obiettivo di guidare entrambe le economie verso una crescita stabile e sostenibile e la creazione di posti di lavoro di qualità. Il problema è che entrambi i sindacati hanno costantemente richiesto trasparenza e coinvolgimento delle parti sociali nei negoziati. Ed ora il timore è che l'accordo finale non includa disposizioni efficaci in materia di applicazione delle regole sul lavoro in linea con le loro richieste. Da qui l’impegno dei vertici delle due organizzazioni a monitorare l'accordo, pressando la Ue, gli Stati membri e il governo giapponese per garantire che l'intesa includa i diritti e le tutele per i lavoratori.

(Articolo completo di Ester Crea domani su Conquiste Tabloid)

( 17 luglio 2018 )

Cultura

Il mondo post-pandemia secondo Morin

Morin scrive un libro dei sogni in cui con toni New Age perde completamente di vista la concreta realtà dei rapporti politici, economici e sociali

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Giornata della Memoria

Il simbolo del male  radicale

Intervista a Frediano Sessi uno massimi storici della Shoah

Guarda il video per non dimenticare

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Giornata della Memoria

Una nave piena di ebrei

La storia di una nave piena di ebrei che da Amburgo fa il giro del mondo e sembra non poter approdare in nessun porto

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

© 2001 - 2021 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it