Giovedì 13 dicembre 2018, ore 17:53

Quotidiano di informazione socio‑economica

Global

Unhappy meal, i trucchi di McDonald’s per eludere il fisco

Una coalizione di sindacati europei e americani ha pubblicato un nuovo rapporto sulle pratiche di elusione fiscale di McDonalds. Il rapporto mostra come McDonalds, dopo l’apertura dell’indagine da parte della Commissione europea, si sia ristrutturata facendo perno su più sedi collocate nei paesi che figurano nella lista grigia dell'Ue (vale a dire una serie di paradisi fiscali in qualche modo collegati al Regno Unito: Isole Cayman , Bermuda, Hong Kong). Con McDonalds che sceglie di trasferire la sua base dal Lussemburgo al Regno Unito, il rapporto lancia un chiaro avvertimento a Bruxelles: dopo la Brexit, il Regno Unito potrebbe diventare il più grande paradiso fiscale ai confini della Ue.

Il rapporto di EPSU, EFFAT e SEIU è il seguito del rapporto Unhappy Meal, pubblicato a febbraio 2015, che mostra come l'utilizzo di paradisi fiscali da parte di McDonald abbia prodotto oltre 1 miliardo di euro in tasse non riscosse in Europa tra il 2009 e il 2013. McDonald's aveva beneficiato di un accordo di esclusiva in Lussemburgo per spostare gli utili lì e pagare quasi zero tasse. Ciò ha portato all'apertura di un'indagine formale di aiuto di Stato da parte della Commissione nel dicembre 2015.

A quel punto, McDonald's ha deciso di trasferire la sua sede fiscale dal Lussemburgo al Delaware negli Stati Uniti usando una miriade di società intermedie a Singapore, Hong Kong e nel Regno Unito, facendo uso di società nelle isole Cayman, Bermuda e Guernsey.

La nuova struttura societaria è così poco trasparente che la nuova base imponibile è attualmente sconosciuta. Non consente il controllo pubblico dei conti delle società, incluse le imposte dovute e pagate.

(Articolo completo di Ester Crea domani su Conquiste Tabloid)

( 15 maggio 2018 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

© 2001 - 2018 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it