Giovedì 1 dicembre 2022, ore 8:04

patto stabilità

Europa 

L’Italia torna sotto monitoraggio Ue per il debito eccessivo 

La Commissione invita gli Stati più indebitati dell’Eurozona a politiche di bilancio prudenti ed esprime timori per il rischio dei rendimenti dei nostri titoli di Stato

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Bruxelles 

Ue: riforma del Patto di stabilità più flessibile ma sanzioni certe 

L’idea della prima proposta della Commissione è di mettere finalmente sullo stesso piano rigore e crescita, con una discesa sostenibile e realistica del debito

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Eurogruppo 

L’Ue chiede all’Italia prudenza e realismo nei conti pubblici 

Prende il via l’iter per una riforma del Patto di Stabilità. La proposta della Commissione dovrebbe  aprire ad una nuova flessibilità, grazie all’adozione del modello Recovery fund

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Bruxelles 

Riforma del Patto entra nel vivo: l’Ue chiede prudenza nel 2023 

Secondo la Commissione i 27 devono attrezzarsi per investimenti mirati e temporanei, cui  sono costretti dagli effetti dell’inflazione ma senza perdere di vista i conti

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Guerra 

Patto di stabilità sospeso anche nel 2023 per aiutare gli Stati 

Per il vice presidente della Commissione,Valdis Dombrovskis, l’aggressione della Russia ha creato profonda incertezza e le persone sono preoccupate dall’aumento del costo della vita

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Bruxelles 

Ue: la guerra peserà sul Pil, salta la “stretta” sul debito 

Le ipotesi di nuove sanzioni alla Russia fanno schizzare il petrolio Wti a 124 dollari al barile. Fiammata anche per il prezzo del gas a 335 euro al Mwh

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Bruxelles 

Patto di stabilità: più difficile l’accordo tra i partner Ue 

Alcuni Paesi europei chiedono delle scelte di bilancio con il giusto equilibrio tra la sostenibilità  del debito, che è una questione importantissima e la crescita

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Roma 

Draghi-Scholz: piano d’azione per un nuovo asse in Europa 

Il nodo resta la riforma del patto di stabilità Ue: il Cancelliere tedesco resta per ora prudente  e rinvia all’uso della flessibilità che già c’è

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Strasburgo 

Ue: un Patto di stabilità per favorire gli investimenti 

All’Europarlamento è partita la discussione sulla necessità di assicurare una crescita duratura e sostenibile, con una graduale e realistica riduzione del debito

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Bruxelles 

L’Eurogruppo chiede ai Paesi Ue di sostenere l’economia 

Si va quindi avanti con il sostegno a imprese e a lavoratori, con lo stesso ritmo di questo ultimo anno che finora ha  consentito uno stimolo molto più ampio della crisi finanziaria, pari all'8% del Pil della zona euro 

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Mostre

De Chirico a Bologna: barocco e neometafisico

De Chirico supera i limiti dello sguardo, della logica e della ragione perché l’arte possa diventare “immortale”

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Mostre

La Pradella della Pala Oddi

Realizzata per l’altare della famiglia Oddi nella chiesa di San Francesco al Prato, tra il 1502 e il 1504, è una delle tre importanti commissioni che il giovane Raffaello, non ancora ventenne, riceve a Perugia

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Ennio Flaiano se n’è andato 50 anni fa, e il vuoto che lascia si allarga in maniera direttamente proporzionale all’inadeguatezza della congerie pseudoculturale che imperversa da allora. Peccato per chi è venuto dopo, che un Flaiano non l’ha più avuto

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

© 2001 - 2022 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it