Martedì 16 ottobre 2018, ore 13:10

Quotidiano di informazione socio‑economica

Trasporto aereo

Alitalia, arriva decreto che proroga la vendita

"In occasione delle audizioni presso il Senato della Repubblica che si stanno svolgendo in queste ore sulla vicenda Alitalia, i sindacati richiamano l’attenzione di tutte le Istituzioni e forze politiche anche sulla vicenda mai chiusa di Alitalia Maintenance Systems" È quanto chiedono in una nota congiunta sindacati di Fit Cisl, Uiltrasporti ed Ugl trasporto aereo ex AMS, la società che si occupava della manutenzione motori degli aeromobili di Alitalia. «Dal 30 settembre del 2015 ad oggi, la vicenda di AMS è ancora irrisolta - sostengono Claudio Arbotto della Fit Cisl, Paolo Duchetti Uiltrasporti e Fabio Ceccalupo dell’UGL Trasporto aereo -Dopo l’acquisizione degli asset dell’azienda da parte di un soggetto economico estero che, fin dall’inizio, ha destato in tutti noi forti perplessità sulla tenuta e solidità del progetto industriale presentato e, dopo agevolazioni un pò troppo allegre ricevute ? proseguono i due sindacalisti- , sembrerebbe che questi non sia in grado di dimostrare la forza economica annunciata in sede istituzionale nè la capacità industriale per riassorbire i circa 180 ex lavoratori rimasti fuori dal ciclo produttivo e con gli ammortizzatori sociali in scadenza». «Facendo seguito alla richiesta di incontro inoltrata mesi fa dalle nostre Segreterie Nazionali al Mise - scrivono ancora i sindacati - chiediamo che si dia seguito a tale richiesta su un tavolo di discussione avente come argomento la riqualificazione ed il ricollocamento occupazionale attraverso l’ANPAL(Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro) così come per i dipendenti Alitalia anche per gli ex lavoratori AMS».

Positiva l’audizione tenuta ieri, presso la Commissione speciale, per l’esame degli atti urgenti del Senato sulle misure per Alitalia. "Abbiamo dato il nostro parere favorevole alla Commissione sul decreto che proroga i tempi di vendita - sottolineano Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti ed Ugl - così da poter garantire il tempo necessario per compiere una scelta giusta sul partner più idoneo a rilevare Alitalia, che escluda qualsiasi ipotesi di un ridimensionamento della compagnia". "Abbiamo ribadito ai parlamentari in aula - proseguono i sindacati - che occorre una visione complessiva di sviluppo di lungo periodo della compagnia, che coinvolga la politica sulle regole e sulle infrastrutture e che abbia l’obiettivo di individuare il profilo di un partner industriale-finanziario solido, che abbia programmi di sviluppo per il traffico aereo del nostro Paese e che investa risorse sul lungo raggio". "A garanzia di questo - concludono - serve un Governo che sia parte attiva con un ruolo di controllo e di vigilanza, per evitare il ripetersi delle gestioni negative che hanno portato allo stato di insolvenza questo asset strategico di fondamentale importanza per lo sviluppo economico e turistico del Paese".

"Dall’audizione emerge un giudizio positivo del sindacato al ddl di conversione del decreto legge 38/2018 soprattutto perché, se alla data dello stesso non vi erano le condizioni per una vendita e tantomeno proposte ritenute accettabili, era impensabile procedere con soluzioni diverse che non garantivano un futuro all’azienda e ai suoi dipendenti", così dichiara Emiliano Fiorentino, segretario nazionale della Fit-Cisl. "È emersa in Commissione - prosegue Fiorentino - la richiesta di un giudizio sull’operato dei commissari, a cui abbiamo risposto con una valutazione positiva, considerati i risultati ottenuti in un momento di estrema difficoltà e la credibilità che l’azienda sta riconquistando verso il mondo esterno. Ora è importante mantenere questa stabilità sia all’interno che all’esterno dell’azienda: solo così sarà possibile usare al meglio i sei mesi concessi dal ddl in oggetto e far sì che al loro scadere la compagnia aerea si presenti nelle migliori condizioni ai possibili futuri acquirenti o ad altre soluzioni che ne garantiscano la continuità e lo sviluppo".

Articolo completo domani su Conquiste tabloid

 

( 17 maggio 2018 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

© 2001 - 2018 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it