Giovedì 18 luglio 2019, ore 16:19

Quotidiano di informazione socio‑economica

Telecomunicazioni

Tim, Fistel denuncia silenzio allarmante del governo su rete e Tlc

Rete Tim appesa ad un filo. E’ stato sospeso, infatti, il tavolo di confronto sulle sorti della rete e di tutto il settore Tlc. La decisione è stata presa dal ministero dello Sviluppo economico, il nuovo incontro si terrà in data ancora da stabilire.

"Rimaniamo del tutto esterrefatti di fronte a questo ennesimo rinvio del Mise", dichiara il segretario generale FisTel Cisl Lazio, Alessandro Faraoni. "FisTel Cisl nei giorni scorsi - sottolinea Faraoni - ha trovato fuori luogo e fuori da ogni logica le parole del ministro Di Maio che ha anteposto la rete unica al tema dell'occupazione".

"L'ennesimo rinvio del tavolo - aggiunge il segretario del Lazio FisTel Cisl - conferma i nostri dubbi e soprattutto le nostre preoccupazioni sull'attenzione di questo governo ad un settore strategico di primaria importanza come quello delle telecomunicazioni.

Ci troviamo dinanzi ad un problema la cui discussione non può essere confinata soltanto agli addetti ai lavori poichè ha rilevanza per tutto il sistema Paese". "Il silenzio "assordante" su questo tema - conclude Faraoni - rischia di creare un grave effetto di implosione. E noi come sindacato ci rifiutiamo di assistere impassibili a questa deriva".

( 18 dicembre 2018 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

© 2001 - 2019 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it