Mercoledì 21 agosto 2019, ore 21:41

Quotidiano di informazione socio‑economica

Sanità

Servizio sanitario al collasso, sindacati scrivono al premier Conte e ministra Grillo

Cisl Cgil e Uil, insieme alle categorie dei servizi pubblici hanno indirizzato una lettera al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e al ministro della Salute, Giulia Grillo per richiamare l’attenzione sulle criticità del Servizio sanitario nazionale. "Siamo allarmati e preoccupati - spiegano - per la condizione in cui versa il nostro Ssn: sottofinanziato, svuotato di personale e non più in grado di garantire un'assistenza di qualità ai cittadini. Per questo riteniamo necessario e non più rinviabile un incontro con il governo, in vista della prossima legge di Bilancio che potrebbe avviare un'inversione di tendenza auspicabile". "In questi anni la sanità - proseguono le organizzazioni sindacali - ha subìto processi di contenimento della spesa Occorre non solo rifinanziare il fondo sanitario nazionale, che deve assolutamente essere dimensionato ai reali fabbisogni di salute della cittadinanza, ma anche superare il blocco di spesa per le assunzioni del personale, che rappresenta una vera emergenza per il Paese". Le recenti riformulazioni (incremento del 5% calcolato sulle maggiori risorse del Fsn 2018), secondo i sindacati "non rispondono alla reale esigenza in corso. Tutte queste carenze, strutturali e ormai croniche, hanno determinato negli anni una crescita del ricorso al sistema privato, lo stesso che non rinnova da oltre 12 anni il contratto nazionale di lavoro, creando disparità e discriminazioni intollerabili verso coloro che si prendono cura dei cittadini". "Il diritto alla salute non può essere negato nè parziale, la sanità è un grande settore che garantisce diritti e cura e produce ricchezza e occupazione. Chiediamo a Conte e Grillo un confronto - concludono Cgil, Cisl e Uil - durante il quale non faremo certo mancare un contributo in proposte operative, nell’interesse primario di garantire la promozione della Salute come bene pubblico indiscutibile".

"Ringraziamo i tre segretari nazionali di Cgil, Cisl e Uil per la presa di posizione che coincide con quella della Fnomceo a favore del nostro Servizio sanitario nazionale".
Lo afferma Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (Fnomceo), all'indomani della richiesta di confronto sulla sanità inviata dai Sindacati confederali al premier Conte e al ministro della Salute Giulia Grillo. "Condividiamo le preoccupazioni per le sorti del nostro Servizio sanitario nazionale, e invitiamo i Sindacati ad intraprendere una battaglia comune non solo per rifinanziarlo, ma per evitare che sia ulteriormente frantumato dall'applicazione di autonomie che non rispettino l'unità d'Italia - aggiunge Anelli - Auspichiamo, dopo le ferie estive, un incontro con i tre segretari nazionali per rinsaldare i rapporti e per mettere a punto, insieme, una strategia a difesa del Ssn, patrimonio di tutti i cittadini, in un momento in cui anche la Politica sembra finalmente aver compreso l'importanza di porre la salute e la sanità in cima all'agenda".

( 7 agosto 2019 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

© 2001 - 2019 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it