Venerdì 4 dicembre 2020, ore 15:19

Quotidiano di informazione socio‑economica

Crisi Alitalia

Trasporto aereo: nè in cielo nè in terra

Domani sciopero nazionale di 24 ore nel trasporto aereo che interesserà piloti, assistenti di volo e personale di terra di Alitalia e Air Italy, nel rispetto delle fasce di garanzia 7-10 e 18-21. Intanto il ministero del Lavoro ha convocato le parti, martedì 17 alle 11,30, per discutere della vertenza.

La protesta è stata indetta unitariamente da Fit Cisl, Filt Cgil, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo. La motivazione è il "per il perdurare delle crisi Alitalia e Air Italy, per una riforma del comparto che intervenga nella concorrenza tra imprese del settore, per norme specifiche contro il dumping contrattuale e per il finanziamento strutturale del Fondo di Solidarietà di settore.

Martedì inizierà dunque l'esame, tra Alitalia e sindacati, della nuova procedura di cassa integrazione straordinaria chiesta dagli ex commissari straordinari. La richiesta è di una cassa per 1.180 dipendenti (di cui 80 comandanti, 350 addetti del personale navigante e 750 dipendenti del terra) fino al 23 marzo 2020. L'attuale cassa scade il 31 dicembre.

Il pressing dei sindacati è già partito, anche alla luce del mandato affidato al super commissario Giuseppe Leogrande. Il timore crescente è che la scure si abbatta sulla forza lavoro e sulla flotta. "Non sta né in cielo né in terra immaginare che ancora una volta la vicenda Alitalia ricada sule spalle dei lavoratori", scandisce il segretario della Cisl Annamaria Furlan, la quale chiede "zero esuberi" e dice no allo spezzatino.

Articolo integrale domani su Conquiste tabloid

( 12 dicembre 2019 )

FOTO GALLERY

© 2001 - 2020 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it