Giovedì 22 febbraio 2024, ore 2:31

Bruxelles 

Ue: trattative serrate all’Ecofin per un'intesa sul Patto di stabilità 

Trattative serrate sulla riforma del Patto di stabilità. Una svolta sembra possibile, ma al momento un accordo ancora non c'è, mentre corre il conto alla rovescia verso fine anno. Sulla riforma del Patto di stabilità "è giunto il momento di arrivare a una proposta legislativa. La presidenza spagnola ha presentato un testo di compromesso che include i contributi di tutti i Paesi membri degli ultimi mesi in modo di poter gettare le fondamenta di un nuovo quadro che possa dare stabilità e fiducia ai mercati e alla popolazione europea".

"La presidenza condividerà e presenterà nei prossimi giorni un progetto di testo giuridico in nodo da poter concludere questo orientamento generale nel consiglio Ecofin di dicembre e per poter conseguire questo obiettivo probabilmente sarà organizzato un Ecofin straordinario a novembre", ha detto al Consiglio Ecofin di ieri, Nadia Calvino, ministra dell'Economia della Spagna, Paese alla presidenza di turno dell'Ue. L'esame della Commissione delle manovre per il 2024 presentate dagli Stati, sarà dunque un'operazione molto importante, dopo diversi anni con la clausola generale di salvaguardia. In questo scenario si inserisce la due giorni di riunioni di Eurogruppo ed Ecofin, dove i ministri stanno cercando una sintesi politica sul Patto, per poter varare entro fine anno il testo legislativo e procedere quindi nei negoziati con il Parlamento europeo.

Apparentemente l'idea di tutti è che si possa lavorare sul documento messo a punto dalla presidenza di turno dell'Ue, la Spagna. Da quanto filtra da alcune fonti diplomatiche non sblocca la trattativa, ma si continua a lavorare. Aumenta ora la considerazione degli investimenti, sul quale c'è un focus dell'Italia. Gli impegni sui Pnrr erano già considerati nella bozza precedente, ora spunta anche una sorta di eccezione degli investimenti legati al cofinanziamento nazionale dei fondi Ue. Nelle trattative tra Francia e Germania sulla riforma del Patto di stabilità "stiamo lavorando", il "mood è eccellente e stiamo movendoci sulla giusta direzione", ha detto il ministro delle Finanze francese, Bruno Le Maire, arrivando al consiglio Ecofin a Bruxelles.

"Sono più ottimista che si possa raggiungere un accordo quest'anno sulla riforma del Patto di stabilità". ha confermato anche il ministro delle Finanze tedesco Christian Lindner. "Il carattere delle proposte di cui stiamo discutendo è cambiato - ha spiegato Lindner - Ora è generalmente riconosciuto che abbiamo bisogno di una linea di sicurezza per ridurre il debito nazionale ed anche riconosciuto che è sui deficit di bilancio annuali occorre avere alcune considerazioni specifiche. Queste erano due preoccupazioni importanti per noi". Rispetto al documento della presidenza spagnola dell'Ue sulla 'landing zone', ha sottolineato il ministro tedesco, "si possono dire esserci dei progressi sostanziali per quanto riguarda i diversi elementi. C'è ancora molto lavoro da fare perché, anche se gli effetti degli strumenti sono stati riconosciuti".

Rodolfo Ricci

( 9 novembre 2023 )

Mostre

Un antropologo che fa il fotografo

Al MUDEC Milano una coloratissima monografica dedicata a Martin Parr

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Filosofia

Schopenhauer: l’età del disincanto

C’è una via d’uscita dal dolore in cui versa la condizione umana, di cui tutti soffrono indipendentemente dalle circostanze esterne e dalla posizione sociale?

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Libri

Una bussola orientativa

Per la collana Voci, Treccani libri presenta il saggio di Claudio Magris, analisi della narrativa come forma letteraria tra la fine del XIX e la metà del XX secolo

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

© 2001 - 2024 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it