Giovedì 29 ottobre 2020, ore 21:03

Quotidiano di informazione socio‑economica

Lavoro

Voucher e appalti, si cambia. Resta il nodo delle prestazioni occasionali

Con 140 voti favorevoli, 49 contrari e 31 astenuti, ieri il Senato ha approvato in via definitiva il provvedimento di conversione in legge del decreto-legge n. 25 per l'abrogazione dei buoni lavoro e la reintroduzione della responsabilità solidale negli appalti.

Se la seconda misura rappresenta indiscutibilmente un passo positivo per il diritto del lavoro, la prima apre il problema di come regolare i rapporti di lavoro occasionali. I voucher già acquistati entro il 17 marzo scorso potranno essere utilizzati fino al 31 dicembre 2017. Continuano ad essere erogati, invece, i voucher baby sitting, fino a nuove indicazioni da parte del ministero del Lavoro.

Adesso "la Corte di Cassazione deve valutare l'esito" della legge che abolisce i voucher, stabilendo quel che sarà del referendum che è stato indetto, "noi, come ampiamente detto dal presidente del Consiglio, lavoriamo ad una soluzione che, guardando alla diversa condizione delle famiglie e delle imprese, affronti il tema del lavoro occasionale". Così il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, rispondendo a chi gli chiedeva delle ipotesi allo studio, a margine del Forum sulla previdenza organizzato dalla Cassa dei commercialisti. Alla domanda se il nodo sulle prestazioni occasionali sarà risolto prima dell'estate, Poletti non si sbilancia: "Su questo non ci sono altre anticipazioni".

(Approfondimento domani su Conquiste Tabloid)

( 20 aprile 2017 )

FOTO GALLERY

© 2001 - 2020 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it