Lunedì 23 ottobre 2017, ore 4:08

Quotidiano di informazione socio‑economica

Manovra

Pensioni, giovani e lavoro. Sindacati domani in piazza

Per cambiare le pensioni, dare lavoro ai giovani, difendere l'occupazione, garantire a tutti una sanità efficiente e rinnovare i contratti, a partire da quelli pubblici, Cgil, Cisl e Uil hanno indetto per domani una giornata di mobilitazione nazionale a sostegno delle proposte del sindacato.

Proposte che le tre confederazioni ribadiranno al Ministro del lavoro, Giuliano Poletti, che ha invitato per lunedì prossimo i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil ad un incontro sulle tematiche del lavoro e della previdenza.

I sindacati chiedono che in legge di bilancio siano inseriti una serie di provvedimenti in materia di lavoro, previdenza, welfare e sviluppo. In particolare i sindacati rivendicano: più risorse sia per l'occupazione giovanile sia per gli ammortizzatori sociali; il congelamento dell'innalzamento automatico dell'età pensionabile legato all'aspettativa di vita; un meccanismo che consenta di costruire pensioni dignitose per i giovani che svolgono lavori discontinui; una riduzione dei requisiti contributivi per l'accesso alla pensione delle donne con figli o impegnate in lavori di cura; l'adeguamento delle pensioni in essere; la piena copertura finanziaria per il rinnovo e la rapida e positiva conclusione dei contratti del pubblico impiego; risorse aggiuntive per la sanità ed il finanziamento adeguato per la non autosufficienza.

“Una legge di bilancio che voglia avere il carattere dell'equità e dello sviluppo - affermano i sindacati - deve tenere conto di tali richieste che Cgil, Cisl, Uil hanno avanzato ai tavoli di confronto”. Per queste ragioni, sabato 14 ottobre, in tutte le province, davanti alle sedi delle Prefetture, si terranno manifestazioni organizzate da Cgil, Cisl, Uil.

Il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, sarà a Milano al presidio in Piazza Beccaria dalle ore 10. Il segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan, sarà a Firenze al presidio in Piazza della Repubblica dalle ore 9.30. Il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, sarà a Matera al presidio in Piazza Vittorio Veneto dalle ore 9.00.

"Sabato scenderemo in piazza in tante città italiane a sostegno della piattaforma sindacale e del confronto con il Governo. Vogliamo una legge di bilancio che risponda ai bisogni veri delle persone", ha detto oggi a Genova la segretaria generale della Cisl Annamaria Furlan. "Siamo in un momento nodale della vita del paese. La nostra attenzione è rivolta alle scelte che si faranno nelle prossime settimane perchè da esse dipenderà il mantenimento del trend positivo nella crescita del paese. Vogliamo vedere decisioni coerenti nella legge di bilancio rispetto agli obiettivi che ci siamo dati. Abbiamo detto basta con le finanziarie lacrime e sangue, basta con le risorse distribuite a pioggia o a fini elettorali. Con le poche risorse a disposizione si possono fare provvedimenti importanti per le assunzioni dei giovani, per le infrastrutture e gli investimenti in innovazione, ricerca, formazione, rinnovare i contratti pubblici e ridurre la povertà", ha aggiunto la leader della Cisl. "Occorre selezionare bene - ha concluso - gli interventi e guardare ai bisogni veri delle persone. Servono incentivi fiscali per le imprese che investono non solo in tecnologia ma anche nel capitale umano e nella formazione dei lavoratori. Bisogna irrobustire l'apprendistato, finanziare le politiche attive e l'alternanza scuola lavoro. E poi dobbiamo far crescere le buste paga dei lavoratori e le pensioni bloccate da anni. C'è una questione salariale nel nostro paese. Da troppo anni lo diciamo. Anche il confronto con la Confindustria sul nuovo modello contrattuale deve puntare a far salire i salari e la produttività, valorizzando la contrattazione aziendale e territoriale attraverso il protagonismo del sindacato e dei lavoratori".

( 13 ottobre 2017 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

© 2001 - 2017 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it