Martedì 25 gennaio 2022, ore 17:48

Quotidiano di informazione socio‑economica

Vertenze

Arcelor Mittal. Massiccia adesione allo sciopero proclamato dai sindacati

di Sara Martano

Sciopero di 8 ore su tre turni proclamato da Fim, Fiom e Uilm. Hanno incrociato le braccia oggi i lavoratori dell’ex Ilva per protestare contro l’avvio della cassa integrazione avvenuta il 2 luglio. I sindacati hanno sperato fino all’ultimo che la cassa integrazione fosse posticipata o quanto meno condizionata all’incontro del 9 luglio al ministero dello Sviluppo in cui è in programma un aggiornamento sugli accordi presi a settembre tra il governo e ArcelorMittal sugli interventi di riconversione ambientale dell’acciaieria, ma così non è stato.

"E’ inaccettabile che di fronte ad uno scontro tra due irresponsabilità quella dell’azienda e quella del governo a pagare siano i lavoratori - afferma il segretario nazionale della Fim, Valerio D'Alò - . All’azienda abbiamo chiesto di rivedere la sua posizione sulla cassa integrazione, perché è inaccettabile, nonostante il calo della domanda di acciaio, mettere in cassa per 13 settimane 1.395 lavoratori. L’attuale proprietà è partita ridimensionata rispetto alla precedente e dovrebbe avere tutte le flessibilità per gestirle il calo della domanda di acciaio. Un’azienda che si propone per rilanciare un sito che ha attraversato una crisi di 11 anni circa (la prima cassa integrazione risale oramai al 2008) porta con sé degli strascichi di fette di mercato perse e assenza dai mercati prevedibile e i lavoratori non possono cadere ogni volta nello sconforto dopo aver creduto in un progetto che va portato avanti con convinzione".

Leggi l’articolo completo domani su E-dicola Conquiste Tabloid

( 4 luglio 2019 )

Mostre

Un sodalizio intellettuale e umano

Levi e Ragghianti. Un’amicizia fra pittura, politica e letteratura, una grande mostra a Lucca, Fondazione Ragghianti-Complesso Monumentale di San Micheletto

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Magazine

Via Po Cultura

SOLO PER GLI ABBONATI

Paola Mastrocola e Luca Ricolfi parlano del loro libro Il danno scolastico. La scuola progressista come macchina della disuguaglianza

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Protagonisti del Novecento

Nel labirinto di Comisso

Il 21 gennaio 1969 si spegneva Giovanni Comisso, trevigiano, una delle voci più irripetibili della letteratura italiana novecentesca

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

FOTO GALLERY

© 2001 - 2022 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it