Martedì 27 ottobre 2020, ore 18:53

Quotidiano di informazione socio‑economica

Vertenze

Ex-Merloni J.P. annuncia 345 esuberi

Annunciati 345 esuberi su un totale di 595 lavoratrici e lavoratori dei siti ex-Antonio Merloni di Fabriano (Marche) e Colle Nocera (Umbria). E’ quanto annunciato dalla società Ex-Merloni J.P. ai sindacati dal presidente Giovanni Porcarelli. Per Fim Fiom e Uilm il piano di ristrutturazione presentato è inaccettabile. “Un piano che respingiamo al mittente”afferma il segretario generale Fim Cisl Marco Bentivogli.

Questa vertenza si trascina ormai da troppo tempo. Era il 2008, dopo l’uscita dall’amministrazione straordinaria con l’acquisizione nel 2012 della J.P. di Giovanni Porcarelli l’azienda viene subito bloccata per l’impugnativa delle banche che vantavano crediti dai Merloni, questo ha bloccato per diverso tempo il Piano di rilancio industriale. Oltre all’impugnativa delle banche si è aggiunta poi la mancanza di credito, sempre delle banche, necessaria a J.P. per avviare l’attività industriale. Mentre l’accordo di programma che era stato sottoscritto dalle Regioni Umbria e Marche che prevedeva importanti risorse finanziare per il piano industriale e la ricerca e sviluppo non è mai partito. “Oggi - continua il sindacalista - ci troviamo davanti ad un nulla di fatto, con un piano irricevibile e senza prospettive di un partner industriale credile”. A farne le spese le lavoratrici e i lavoratori che, tra il sito di Fabriano e quello di Colle Nocera, dal 2012 aspettano una soluzione. “Tutto ciò è inaccettabile - conclude Bentivogli -. Chiediamo quindi al Governo e al ministro Patuanelli di intervenire al più presto, poiché il tempo è scaduto e la situazione rischia di essere, ogni giorno che passa, sempre più irreversibile”.

Sa. Ma.

( 5 febbraio 2020 )

FOTO GALLERY

© 2001 - 2020 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it