Venerdì 3 luglio 2020, ore 11:15

Quotidiano di informazione socio‑economica

Contratti

Vetro, lampade e display: c’è l’intesa sul rinnovo del contratto

Sono i 27 mila addetti delle 1.400 imprese del vetro, delle lampade e dei display i primi nell’industria a veder rinnovato il contratto dopo la fine del lockdown. La firma è arrivata venerdì sera tra Assovetro-Confindustria e i sindacati del settore Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil. Il contratto era scaduto il 31 dicembre scorso, l’ipotesi di rinnovo è valido per il triennio 2020-2022. L’intesa, che sarà sottoposta alle assemblee dei lavoratori per la definitiva approvazione, prevede un aumento salariale medio sui minimi di 63 euro (cat. D1), distribuiti in 2 tranche: dal 1° gennaio 2021, 30 euro; dal 1° gennaio 2022, 33 euro, per un montante di 1.302 euro. Dal 1° settembre 2022 è previsto anche l’aumento di 1 euro sui turni notturni.
Per quanto riguarda il welfare contrattuale l’accordo prevede un incremento di 0,05 % (stimato in circa 1 euro) su premorienza e invalidità permanente, e l’impegno sul fondo sanitario Fasie ad iniziare una capillare azione di informazione per aumentare le adesioni al fondo.
Molto corposa la parte normativa, con novità sul ruolo degli osservatori, sulla violenza di genere, sull’economia circolare, sulla salute e sicurezza, sugli appalti, sulla formazione e sul sistema classificatorio. Il testo introduce interventi significativi anche sui diritti: per i lavoratori che assumono la tutela di minori stranieri, per quelli affetti da patologie alcol-correlate; per l’aspettativa dopo il superamento del comporto. Tra le novità anche il diritto alla trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale su richiesta del lavoratore affetto da patologie oncologiche. Una commissione paritetica, inoltre, formulerà linee guida per l’istituzione delle ferie solidali e per la regolamentazione del lavoro agile.
Soddisfazione in casa Cisl per questo importante rinnovo: la segretaria generale Annamaria Furlan su twitter si è complimentata con la Femca per il contratto, con il quale “si pongono le basi per un rilancio del settore con un modello di relazioni industriali moderne, responsabili, partecipative”. Per Nora Garofalo, segretaria generale della categoria, “il contratto, oltre a migliorare ulteriormente la qualità del lavoro degli addetti del settore, arriva dopo una profonda crisi economica provocata dalla pandemia che ha messo in seria difficoltà anche il vetro. L’accordo - sottolinea Garofalo - è stato raggiunto quasi esclusivamente con incontri in videoconferenza, e lo stesso mandato a firmare da parte dei lavoratori ci è stato dato da oltre 120 delegati collegati online”. Il testo dell’accordo è online sul sito www.femcacisl.it.
Leggi l’articolo completo di Vanni Petrelli domani su E-dicola Conquise Tabloid

( 22 giugno 2020 )

FOTO GALLERY

© 2001 - 2020 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it