Martedì 20 ottobre 2020, ore 5:03

Quotidiano di informazione socio‑economica

Vertenze

Sirti, sciopero di 4 ore contro i 764 licenziamenti

di Sara Martano

Si apre la vertenza Sirti dopo l’invio da parte della società della procedura di licenziamento per 764 lavoratori. I sindacati sono preoccupati e sorpresi per la metodologia usata dall’azienda: “E’ il peggiore dei modi per aprire un confronto costruttivo con le organizzazioni sindacali - afferma il segretario nazionale della Fim Ferdinando Uliano -, per questo abbiamo invitato l’azienda a ritirarla e ad agire in coerenza con la modalità condivisa nell’accordo del 8 maggio 2019”.

“In questa fase di difficoltà dell’azienda e del settore per noi - ribadisce il coordinatore nazionale Marco Giglio - gli strumenti di gestione sono il contratto di solidarietà insieme agli altri strumenti previsti nell’accordo 2019, gli unici in grado di difendere l’occupazione e le prospettive future dell’azienda”.

Per il sindacato il piano strategico ed industriale di Sirti, deve diventare il piano di rilancio e di sviluppo dell’azienda dentro una logica di settore sempre più innovativo e digitale, in grado di riqualificare e salvaguardare l’occupazione e la professionalità dei lavoratori.

“Le politiche di settore nelle installazioni telefoniche sono determinanti contro questo continuo stillicidio di posti di lavoro - continuano i sindacalisti - e in tutto questo c’è una forte responsabilità del governo e del ministero dello Sviluppo Economico”.

La Fim ribadisce fondamentale impedire le logiche al “massimo ribasso” da parte dei committenti pubblici e privati, che di fatto mettono in discussione il rispetto delle norme dei contratti nazionali e aziendali, e dare concreta attuazione in tempi brevi agli investimenti redditizi come la fibra e gli apparati mobili ad esempio il 5G.

“Per tutte queste considerazioni - concludono i sindacalisti - abbiamo ribadito e preteso che la discussione del piano industriale di Sirti avvenga in sede ministeriale, dentro un contesto di rilancio complessivo del settore degli appalti delle installazioni telefoniche che abbiamo sollecitato da mesi come Fim-Fiom-Uilm al ministro dello Sviluppo Economico”.

Nell’attesa Fim, Fiom e Uilm hanno proclamato lo stato di agitazione di tutti i siti Sirti con un pacchetto di sciopero di 4 ore che saranno articolate territorialmente.

( 5 marzo 2020 )

FOTO GALLERY

© 2001 - 2020 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste@cqdl.it - E-mail PEC: conquistedellavorosrl@postecert.it