Giovedì 27 aprile 2017, ore 3:19

Quotidiano della CISL fondato nel 1948 da Giulio Pastore

In primo piano

Inchiesta petrolio. Cgil, Cisl e Uil in presidio a Viggiano

Si intensificano le azioni del sindacato confederale per tenere viva l’attenzione dell’opinione pubblica sul destino di quasi tremila posti di lavoro legati al centro oli di Viggiano. L’impianto dell’Eni, nel cuore della Val d’Agri, è fermo dal 31 marzo scorso per il sequestro di alcuni impianti decisi nell’ambito dell’inchiesta sul petrolio in Basilicata. Da allora i lavoratori dell’indotto - per lo più aziende metalmeccaniche e di servizi - sono in presidio davanti al Cova: per molti di loro è già scattata la cassintegrazione, mentre i dipendenti diretti dell’Eni stanno consumando le loro ferie.

Oggi a dar loro sostegno sono arrivati anche i vertici di Cgil, Cisl e Uil della Basilicata. L’auspicio è che “si faccia rapidamente chiarezza affinchè non vi siano ulteriori riverberi sulla già difficile situazione occupazionale”, sottolineano i segretari generali delle tre sigle, Angelo Summa, Nino Falotico e Carmine Vaccaro, ribadendo la loro “massima fiducia nel lavoro della magistratura”.

Ma l’obiettivo dei sindacati è anche quello di richiamare l’attenzione delle istituzioni locali e nazionali sulla complessa vertenza che rischia di assestare un duro colpo all’economia della Val d’Agri. Summa, Falotico e Vaccaro concludono sottolineando “la necessità di assicurare, nel pieno rispetto della legalità, un punto di equilibrio tra petrolio, tutela della salute e difesa dell’ambiente”.

Per approfondire leggi il reportage di Conquiste sul petrolio lucano

Viaggio nella terra dei pozzi

Le maxi inchieste sul petrolio che fanno tremare la Val d'Agri

Rizzo (Elett.r.a. Srl): anche noi costretti alla cassintegrazione

Royalties, basta con i campanili. Meglio un programma regionale

Colombini (Femca Cisl): rischiamo la desertificazione industriale

Dal fossile alla green economy, salvaguardando il lavoro

La ricetta norvegese

Intervista al professor Alberto Clò. Referendum sulle trivelle? la verità è che ha vinto il sì

Bruciamo le lobby sul falò del nostro conformismo. Parla Gabriele Cirieco (Strategic Advice)

 

 

( 16 maggio 2016 )

  • Email Icon
  • Facebook Icon
  • Twitter Icon
  • Google Plus Icon
  • Pinterest Icon
Commenta Icona

Commenta

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

FOTO GALLERY

© 2001 - 2017 Conquiste del Lavoro - Tutti i diritti riservati - Via Po, 22 - 00198 Roma - C.F. 05558260583 - P.IVA 01413871003

E-mail: conquiste_lavoro@cisl.it